Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2015

Video veramente irriverenti!

Immagine
Oggi mi sono imbattuta in un video di due ragazzi  "The Jackal".
Non li conosco molto bene, ho visto solo una loro web serie che si chiama Lost in Google.
Sono piuttosto famosi nel ramo a quanto visto e devo dire che ci sanno fare.
Probabilmente erano nella statistica di disoccupati  e si sono inventati un mestiere, oppure sono due geni molto compresi, oppure hanno fatto la "Civica" e sono due attori professionisti. Prometto che guarderò la loro biografia, anche se ciò che fanno penso sia più interessante.
Ciò che producono è davvero irriverente, sarcastico e ironico.
"Accidenti tutte queste cose insieme?" direte voi. Ebbene si lo penso davvero.
Oggi per arrivare al dunque ho visto "Promettimi che non lavorerai mai" .
Vi copio il link, chi di voi è interessato può guardarlo. Vi avverto che ci sono dei comuni modi di dire, un pochino volgari,  ma ormai la volgarità è ovunque anche nelle cose serie.

http://www.serviziopubblico.it/2014/11/prometti…

RELAZIONI..

Immagine
Spesso si dice che le relazioni sono complicate e non è semplice gestirle, purtroppo mi trovo a dover dare ragione a questa frase.
Non è per niente facile, che siano commerciali, personali o superficiali, il risultato è lo stesso:
un grande interminabile casino.
Tuttavia la sensibilità potrebbe aiutarci! Essere sensibili, attenzione, non fragili, spesso sono due parole che si confondono nel gergo comune, ma vogliono dire cose molto diverse.
La sensibilità nel capire il linguaggio anche non verbale degli altri, può aiutarci a capire per esempio se quella persona è disponibile a dialogare con noi, oppure se è innamorata. Le relazioni sono questioni di cuore, di sentimento e preziosa comunicazione. 
Vanno coltivate, amate e concluse se lo si ritiene opportuno.
Nonostante tutto il filo sottile dei legami è un filo forte, trasparente che viene reciso solo ed esclusivamente se lo si vuole davvero.



Tutte le relazioni per poter funzionare devono avere un denominatore comune da non sottovalut…

I dubbi della vita..

Immagine
Oggi è la giornata dei "Se" e dei "Ma".
I vecchi saggi hanno sempre detto: "Con i 'Se' e con i 'Ma' non si va da nessuna parte!".
A volte ci si perde dentro i meandri della mente, facendo tutte le ipotesi possibili.
"Se fossi uscita prima, l'avrei visto e ci avrei parlato, non potevo fare più in fretta?"
"Se non fossi arrivata in tempo avrei perso un'ottima occasione per incontrare un amico lontano".
"Ma se io fossi più impegnata, potrei scrivere lo stesso?"
"Ma se domani parto cosa troverò?
Insomma una serie di quesiti e perplessità che spesso attanagliano la nostra mente.
Cosa ci spinge a fare tutte queste supposizioni? Insicurezza? Valutazioni?
Il dubbio è sempre per ciò che si va a trovare, ciò che si lascia è molto chiaro, è già successo.
Alla fine credo che tutta questa serie di ipotesi, domande o quesiti come li si vuole chiamare, ci aiutano ad arrivare a ciò che realmente vogliamo.
Ovvero…

Il tempo che passa..

Immagine
Spesso mi trovo a pensare che il tempo scorre troppo velocemente, la vita cambia in continuazione e non si sa mai cosa ci può riservare.
Sembrano osservazioni ovvie, è vero, ma alla fine il risultato è reale.
Il tempo è qualcosa di impalpabile, non si può controllare, si può soltanto organizzare. Sembra non bastare mai, ma in realtà è solo la nostra presunzione ad entrare in gioco; la presunzione di dover fare tutto insieme e in poco tempo
Invece sarebbe bello fare ciò che si può nel tempo necessario, sarebbe bello poter disporre del proprio tempo per fare tutto ciò che ognuno desidera. Non sempre la vita ce lo concede, ma sono convinta che ognuno di noi può ritagliarsi del tempo per fare di questo bellissimo strumento qualcosa di soddisfacente e non stressante.
Gli anni passano, ma tutto si trasforma in esperienza, in cose da vedere, in cose  vissute e da vivere .
Si può imparare dal tempo, lui non si ferma mai, ma ci dà l'opportunità di fare tutto.

Insomma noi siamo gli artefic…

L'INCONTRO

Immagine
Ecco come due menti diverse hanno prodotto un racconto a volte reale a volte surreale.
Un altro appuntamento con Andrea Venturotti e i suoi racconti!
Buona lettura!

IL DESTINO HA SEMPRE RAGIONE
DI GIULIA DE NUCCIO
Il caldo non ne voleva sapere di concedere una piccola e breve tregua. Milano alle due del pomeriggio era deserta, nessuno osava mettere nemmeno un dito fuori casa. I giorni di caldo sembravano non terminare mai e nemmeno un misero tuffo nella piscinetta della nipote del suo fidanzato l’avrebbe salvata da quel martirio. Quel giorno, aveva deciso di sfidare qualsiasi regola ed era uscita. Aveva girato tutte le case editrici di Milano e persino della provincia, tutte quel giorno! Le sembrava di aver girato mezzo mondo. Possibile che in tutto quello spazio immenso nessuno volesse almeno dare un’occhiata al suo romanzo? Una piccola occhiata distratta? No nulla! Niente di niente! Francesca era stufa, si era ripromessa di emigrare se nessuno le avesse dato una possibilità. Forse in un…

Se fossi un supereroe..

Immagine
Mi sono sempre domandata se fossi un super eroe che potere mi sarebbe piaciuto avere, ci ho pensato tanto soprattutto da piccola, quando ancora la magia era preponderante nella mia anima.
Inizialmente volevo viaggiare nel tempo e dare una sbirciatina al futuro, solo per sapere se sarei stata felice. Poi con la maturità ho capito che la sfera di cristallo è meglio lasciarla alla veggente di Dylan Dog. Piccola parentesi, che non c'entra ma mi preme dirvela, andate a guardare il film che i fan di Dyaln Dog hanno realizzato qualche anno fa,in suo onore, troverete una strepitosa Milena Vucotich!
Detto questo ho pensato a cosa mi piacerebbe ed essendo una donna che in qualche modo ama l'estetismo ho pensato di avere il potere di non ingrassare mai e portare sempre la taglia 44!
Ovviamente è il sogno di tutte le donne, peccato mi è andata male!
Alla fine ho deciso che avrei potuto avere un altro potere, uno ancora più bello ed interessante.
Lo volete sapere? Sicuri?
Il potere del te…

Amicizia o Amore?

Immagine
In questi giorni mi è capitato spesso di discutere con amici di cosa sia l'amicizia e soprattutto se può esistere tra uomo e donna.
Ovviamente si sono aperte discussioni interminabili sul fatto che tra uomo e donna ci saranno sempre attrazioni di tipo fisico e che quindi l'amicizia quella pura e semplice è impossibile che si possa instaurare.
Io sono giunta alla conclusione che tutto ciò è vero in parte!
Ho sempre considerato l'amicizia una discendenza dell'amore, perciò senza amore un'amicizia non può nascere.


Non bisogna confondere però amore con attrazione fisica, sono due cose ben diverse anche se legate l'una all'altra.
L'amicizia è sempre una forma di amore e quest'ultima comprende varie situazioni e relazioni, non soltanto quelle di tipo classico tra fidanzati o amanti.

Io credo che esistano i rapporti chiari, ovvero quelli che due persone decidono di stabilire, che sia amore in senso classico, amicizia o odio non ha importanza.

Perciò cari…

NASCITA!

Immagine
Ecco qui il secondo appuntamento con il tema in comune! Come sempre potete visitare anche il link di A free Word dove Andrea Venturotti pubblica storie incredibili!

https://afreeword.wordpress.com/2015/07/03/la-nascita-punti-di-vista/

Buona lettura!

IL MONDO DI ERNEST
DI GIULIA DE NUCCIO
Erano giorni che il cielo risplendeva di un azzurro speciale, quella grande palla infuocata scaldava qualsiasi cosa capitasse sotto i suoi lunghi raggi avvolgenti. Dove erano finiti quei piccoli esserini umidi umidi a forma di acqua che arrivavano dal cielo sempre puntuali? Cos’era successo alla terra? Perché brullicava di rami secchi? Il piccolo Ernest aspettava il suo turno, si sentiva solo,i suoi fratelli lo prendevano in giro, gli dicevano che loro erano già grandi e lui era solo un piccolo esserino che di certo non avrebbe mai visto nulla di ciò che loro avevano vissuto. “Ernest, non ce la farai mai! Guarda Eddy è forte e robusto!” “Ma io..devo ancora..” “Tu sei uno sfigato, guarda noi, non semb…

Un piccolo viaggio in un racconto.. :-)

Immagine
IL VIAGGIO DELLA VITA di Giulia De Nuccio
La radio trasmetteva solo musica commerciale. Erik era davvero contrariato, amava la musica! Rock, italiana, country, rap, non faceva differenza, ma la commerciale era davvero fuori discussione. Ascoltare Kety Perry con la canzone Roar non era da lui! Che poi cosa voleva mai dire Roar? Quel giorno aveva deciso di rimanere a casa, in fondo l’articolo poteva scriverlo direttamente sul suo computer, l’era di internet aveva i suoi vantaggi. Lavorava per un giornale d’avanguardia da molto tempo, ne aveva viste di tutti i colori, ma ormai si era reso conto che di avanguardia il “National News” non aveva più nulla. Si occupava della rubrica viaggi. Doveva viaggiare sempre da una parte all' altra del  mondo. Si sentiva un vagabondo, questa vita cominciava a stargli stretta, nonostante i viaggi fossero essenziali per lui. Tuttavia non riusciva più ad instaurare vere amiciziese non mantenere quelle con i pochissimi storici amici che resistevano al…