Google+ Followers

venerdì 2 ottobre 2015

Inferno - il fumetto

Come forse pochi di voi sanno, fumetto e letteratura non sono più due linee parallele, ma si stanno sempre più avvicinando e incrociando.
In questo periodo il tema dell'intreccio tra i due mondi fa discutere, perché spesso i puristi della letteratura pensano che il fumetto sia composto solo da disegni e parole messe a caso.
La dimostrazione che questa teoria non è poi così valida, è nel fatto che esistono fumetti d'autore, fumetti che sono assolutamente paragonabili a romanzi interessanti.
E' vero che l'immagine del fumetto non permette al lettore di immaginare, ma permette di scoprire che immagine e testo possono essere un binomio vincente.
Spesso le immagini esprimono ciò che la parola fatica a dire.
Un esempio molto bello di tutto ciò è il fumetto "Inferno" di due autori "Susanna Raule e Armando Rossi" edito da "Lineachiara"
In questo fumetto una giovane donna amante della natura ha deciso di fare un rito per dare il benvenuto all'autunno. Durante questa operazione succede qualcosa di inaspettato, il rito non funziona e lei si ritrova in un luogo dove nessuno vorrebbe mai trovarsi, l'inferno. La protagonista Sara, si ritrova con un contratto firmato da stagista all'interno del luogo più controverso e discusso del mondo.
All'inizio è perplessa, non sa cosa deve fare, è l'unica umana e si sente spaesata.
Il capo la vuole incontrare subito e lei non sa cosa l'aspetterà durante quel periodo.
Senza volervi svelare altro, il fumetto indaga molto bene sulla linea sottile che divide il bene dal male. Chi è veramente buono e chi è veramente cattivo? Ciò che si fa all'inferno è davvero una guerra al paradiso?
La sceneggiatura è ben strutturata, i disegni sono perfettamente in tono con la storia, anche le scene più importanti e delicate sono magistralmente delineate senza entrare nella volgarità e nella banalità dei classici clichè sui due mondi opposti.

Vi consiglio di leggerlo, non ne rimarrete delusi!

Buon fumetto a tutti!

Giulia