Google+ Followers

giovedì 11 febbraio 2016

Recensione Fumetti Lorenza Di Sepio

Esattamente un anno fa mi trovavo al Cartoomics di Milano, nota fiera del fumetto e cosplay.
Giravo con il mio primo travestimento cosplay quando una copertina colorata ha attirato la mia attenzione.
Mi avvicino allo stand, era piuttosto scarno, pochi fumetti sul tavolo e ho anche disturbato la ragazza che li stava “promuovendo” che si stava concedendo una breve pausa pranzo, probabilmente dopo giornate estenuanti. Ho scoperto dopo che l’autrice era appena stata allo stand per gli autografi, ma la cosa non mi ha demoralizzata.  
Ho sfogliato velocemente il libro e mi sono accorta che era un fumetto davvero molto interessante.
Di cosa sto parlando? Ovvio del primo fumetto che ho comprato nella mia vita, dello "sfatamento" del mito che i fumetti non sono libri. Chi è l’autrice? Semplice! 
Lorenza Di Sepio! Il primo fumetto acquistato, da una scrittrice scettica, era “La scintilla”.


La bibliografia di Lorenza però non si ferma qui, ha successivamente pubblicato “Orgoglio e pregiudizio”, “Avventure al metro”, “Il bello e la  bestia”.

Cosa hanno in comune questi quattro fumetti? Molte cose! 
Per cominciare due personaggi d’eccezione Simple&Madama!
Chi sono? Ve li presento!
Ciò che accomuna tutti questi operati, oltre all’autrice, è la coppia, i punti di vista di lui e di lei.
Direte, che scoperta? Invece Lorenza ha analizzato e disegnato qualcosa che sembrerebbe scontato, ma in realtà è qualcosa in cui ci ritroviamo.
Per esempio nel fumetto “La scintilla” si parla del primo appuntamento. Cosa succede quando si conosce una persona?  Come ci si prepara per il primo incontro? Che differenza c'è tra lei e lui?

Le storie sono costruite con sagacia, ironia e semplicità, i dialoghi sono ben formulati e ironici.
I disegni non appaiono elaborati o canonicamente anatomici, ma esprimono perfettamente le intenzioni dei personaggi, in sintonia con il testo. I colori, soprattutto degli sfondi, sono semplici, oserei dire molto “Pop” e bene assortiti. I disegni non risultano quindi chiassosi o confusi, come purtroppo spesso capita nel mondo del fumetto. Ancora una volta troviamo inquadrature “non all’italiana”, il fumetto è quindi scorrevole nella lettura e 
nell’ impaginazione.

Pertanto, a mia opinione, sono due fattori non discriminanti bensì di pregio!
Un giorno una persona per me molto importante ha detto: “I fumetti di Lorenza Di Sepio sono un perfetto manuale di come si fa un fumetto, per chi si vuole avvicinare a questo mondo”.
Credo che questa persona, faccio anche nome e cognome (Davide Poli :-D), sia nel giusto. Lorenza nella sua semplicità non è mai banale. Insomma che dire?

In prima linea anche l'ultima fatica di Lorenza
"Il bello e la bestia"
Non perdetevi Simple e Madama in una
veste particolare!

Grazie Lorenza per avermi fatto comprare il mio primo fumetto! 
Adesso per i fan di Lorenza e spero anche per i miei, posterò qualcosa che penso possa piacere.


Un saluto "alla Di Sepio" :-) dalla vostra Blogger.

Giulia