Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2016

RUBRICA STORIE DI VITA QUOTIDIANA - SODDISFAZIONI

Immagine
STORIE DI VITA QUOTIDIANA: SODDISFAZIONI
Ho aperto da poco questa rubrica, ma devo dire che mi sta regalando tanti bei momenti. Non sono una giornalista esperta, ho ancora tanto da imparare, ciò non toglie che scrivere sia sempre stata la mia passione.
Le  visualizzazioni del mio blog sono in crescita, professionisti fumettisti diventano miei fan, scoprire che in tanti leggete i miei articoli e li aspettate mi riempie di entusiasmo! Cosa posso desiderare di più? Forse che mi venga riconosciuto come mestiere? Credo di si, ma non è mai detta l’ultima parola, come dicono sempre i saggi.
Questi sono i giorni delle soddisfazioni, momenti in cui mi accorgo che tutto ciò che ho seminato sta facendo nascere i frutti tanto sperati e desiderati. In tutto questo ovviamente non sono da sola, il mio manager, come dice lui, “mi tiene d’occhio”, perché lo sapete benissimo che noi artisti a volte siamo indisciplinati J. Il bello dell’arte è che, anche se a rilascio lento, fa nascere nuove idee, collabo…

RECENSIONE: AMINA E IL VULCANO di Simona Binni Colori di Chiara Cernigliano (Tunué)

Immagine
RECENSIONE: AMINA E IL VULCANO di Simona Binni Colori di Chiara Cernigliano Edito da Tunué (collana Tipitondi)




Vi ho già parlato di lei, è diventata una mia fan e lo so perché mi ha detto che legge sempre i miei articoli e per questo la ringrazio tantissimo, per me è un onore! Ha scritto e disegnato “Dammi la mano”. Avete capito di chi sto parlando? Ovviamente di Simona Binni. Questa volta però vi vorrei parlare del fumetto “Amina e il vulcano” sempre di Simona Binni, colorato da Chiara Cernigliano ed edito dalla casa editrice Tunué (collana Tipitondi).

Trama:
La Sicilia fa da scenario ad una storia per grandi e piccini. Amina si trova sull’isola di Stromboli. E’ una ragazzina intelligente, con una spiccata immaginazione. Parla con gli animali e loro rispondono volentieri. La madre di Amina però non c’è più, così il padre ha deciso di rifarsi una vita e ha scelto una donna non proprio amorevole. La donna infatti vuole rinchiudere Amina in una clinica psichiatrica, ma per fortuna il padre d…

Recensione: "Il bacio dell’angelo caduto" di Becca Fitzpatrick

Immagine
Recensione: Il bacio dell’angelo caduto  di Becca Fitzpatrick Edito da  Piemme A cura di Giulia De Nuccio
Vi ho tenuto un pochino sulle spine, ma dopo tanto peregrinare sono tornata con una recensione di un libro, anzi che dico uno, sono ben quattro libri fantasy o meglio urban fantasy, non aspettatevi un mondo alla “Signore degli anelli”, ma un misto tra realtà e fantasia.   Di cosa sto parlando?  Della saga “Il bacio dell’angelo caduto” di Becca Fitzpatrick in Italia edito da Piemme edizioni. Ho deciso di prendere la versione che raccoglieva tutta la saga completa, ero davvero curiosa!
Leggendo l’incipit del libro sono rimasta colpita da com’era scritto e da cosa premetteva. Ve ne riporto un estratto, la parte finale:
 “...Per tutta risposta, il ragazzo si voltò e andò via. Chaucey avrebbe voluto seguirlo, ma non riuscì ad ordinare alle gambe di muoversi. Però, anche se inginocchiato a terra e con gli occhi pieni di pioggia, riuscì a notare due grosse cicatrici sulla schiena del ragazzo. …

RUBRICA: STORIE DI VITA QUOTIDIANA “ MALINCONIA!”

Immagine
RUBRICA: STORIE DI VITA QUOTIDIANA “ MALINCONIA!”


E poi ci sono i giorni malinconici, quelli dove vorresti solo stare sotto le coperte e ascoltare il rumore del silenzio. Quelli dove ricordi di giorni felici ti assalgono e riescono a riempire un piccolo vuoto che cerca di insinuarsi tra le pieghe della coscienza. Un giorno una persona speciale mi ha detto: “mi piaci quando sei malinconica, è il mio sentimento preferito, lo trovo romantico”.
Non sto parlando di depressione, ma di malinconia con la M maiuscola, di giorni in cui si ha voglia di immergersi in una bolla di ricordi e farli rivivere anche solo per un momento, per non perderli mai. Giorni in cui si ricordano persone che hanno finito il loro viaggio nella nostra vita e ne hanno intrapreso un altro, oppure si pensa a luoghi che sono stati importanti per noi. Io spesso penso alla mia Sicilia, al mare che mi ha accompagnato durante la mia infanzia e senza nulla togliere alla riviera romagnola, ritengo di essere stata più fortunata di…

RUBRICA: STORIE DI VITA QUOTIDIANA “ PENSIERO DI INDIPENDENZA!”

Immagine
RUBRICA: STORIE DI VITA QUOTIDIANA “ PENSIERO DI INDIPENDENZA!”

Qui ci vuole un miracolo! Se davvero esiste un’entità suprema, per favore che intervenga! Sappiamo tutti quant'è difficile la situazione in Italia, soprattutto quando due ragazzi come me ed il mio fidanzato decidono di staccarsi dalla società e fare gli artisti. 
Nonostante ciò qualche piccolo compromesso siamo costretti ad affrontarlo, anche se non è sufficiente.  Cerchiamo sempre di dare un colpo al cerchio ed uno alla botte, ma qui non si smuove nulla . In fondo cosa desideriamo? Una vita normale, che comprenda una casa e uno studio dove scrivere e disegnare. Che c’è di male nel voler fare un lavoro artistico? 
Ci piacerebbe anche non sentirci dire:
domanda 1:“che lavoro fai?”
risposta: “la scrittrice”
domanda2: “si ma che lavoro fai?”
risposta: “..............”
Perché l’arte deve essere gratuita? Sapete quanto lavoro c’è dietro il risultato finale? Perché il mondo televisivo è super pagato e la scrittura o il fumetto no?
Ci…

Recensione fumetto: L’ultimo grande viaggio di Olivier Duveau di José Angel Labari Ilundain (Jali)

Immagine
Recensione fumetto: L’ultimo grande viaggio di Olivier Duveau di José Angel Labari Ilundain (Jali) Logos edizioni A cura di Giulia De Nuccio

In queste giornate afose, senza mare e senza piscina in giardino, cerco di rilassarmi e di immaginare mondi migliori leggendo. Ogni lettore quando si immerge in un libro fa il suo viaggio, la cosa speciale è che nessuno farà mai lo stesso! E questo è davvero magnifico, perché lo scrittore sa che chi leggerà il suo libro, fantasticherà su cose che magari l’autore stesso non sapeva. La fantasia è il viaggio più bello!
In un certo senso, il filo conduttore dei disognatori e di Parole in Scatola è proprio il viaggio, quindi perché non leggere un fumetto bellissimo, romantico e appassionato? Di cosa sto parlano? Del libro  “L’ultimo grande viaggio di Olivier Duveau”  dell’autore spagnolo José Angel Labari Ilundain (Jali) edito da  Logos edizioni rigorosamente acquistato presso la Libreria Cibrario di Acqui Terme (luogo ormai familiare ai disognatori e tapp…

STORIE DI VITA QUOTIDIANA: IL TEMPO NON BASTA MAI!

Immagine
Ci sono giorni in cui ci vorrebbero un miliardo di ore! Non bastano mai! E poi ci sono i giorni "malmostosi", dove non si ha assolutamente voglia di fare nulla e per di più si è irritabili all'ennesima potenza... Insomma non si è mai contenti, ma in fondo è questa la peculiarità dell’uomo: essere volubile e non accontentarsi mai. Io oggi sono nella prima fase, ho tantissime cose da fare e credo che non farò mai tutto! Devo redigere almeno tre recensione di cui una è di un esordiente. Poi devo mandare E-mail ai vari uffici stampa perché vorrei tentare di essere pagata per ciò che faccio con discreto successo, viste le visualizzazioni sul mio blog che è semplice e carino e penso che arrivi alle persone! Non è tutto merito mio, visto che Davide, il mio fidanzato e anche “manager”, mi aiuta moltissimo, mi fa da editor per i miei articoli, i racconti e mi aiuta nell'organizzazione e nella grafica. E’ anche un buon disegnatore e un vulcano di idee! A volte faccio fatica a s…

Resoconto gita artistica disognatori :-)

Immagine
E’ passato qualche giorno dall’ultima recensione, ma i disognatori, Davide ed io (Giulia), hanno pensato di fare una mini vacanza lavoro, qualche giorno fuori dai network, ma dentro paesi sconosciuti e affascinanti. Abbiamo deciso di andare a trovare vecchi amici sperando di incontrarne di nuovi. L’obiettivo è stato centrato! Siamo partiti da casa e abbiamo fatto tappa ad Acqui Terme, che cittadina strana! D’inverno suggestiva, con una fitta nebbia mentre d’estate è piena di calore, gente, rumori e odore di cloro, forse può apparire meno interessante, ma sempre accogliente. Ci siamo fiondati nell’intramontabile “Libreria Cibrario”, nella piazza della bollente (una fontana benefica con acqua a gradazione altissima), un luogo pieno di libri illustrati, fumetti, romanzi e amore per la cultura. Entrare in quella libreria ci ha fatto capire cosa davvero vogliamo fare nella vita, cos’è l’amore per l’arte e la collaborazione tra artisti e ovviamente abbiamo acquistato un paio di libri molto i…

Recensione "Feral Children" e "Le piccole morti" gruppo Manticora

Immagine
Recensione: “FERAL CHILDREN” e “LE PICCOLE MORTI”  del gruppo “Manticora Auto-produzioni” A cura di Giulia De Nuccio

Dopo i fumetti “Der Krampus” e “Tenebre” non potevo non dedicare del tempo sia per la lettura che per le riflessioni a “Le piccole morti” e “Feral Children”. Di cosa sto parlando?
Semplice! Dei fantastici fumetti del gruppo Manticora! Seguo i loro lavori da un po’ di tempo e trovo il loro modo di disegnare e scrivere davvero eccellente! Una Auto-produzione con la “A” maiuscola. Mai sottovalutare i talenti che decidono di investire su se stessi con le proprie forze, si rischia di rimanere scottati.

Vorrei iniziare con Feral Children, un fumetto a volte crudele, ironico filosofico e  pieno di sentimento. Sono più storie, con un filo conduttore unico, il rapporto tra natura e uomo e tutte ispirate a storie realmente accadute. E’ un must ormai per i Manticora, reinterpretare la realtà. Feral Children è una raccolta di quattro storie che si svolgono in epoche e luoghi diversi, …