Google+ Followers

martedì 3 gennaio 2017

FESTE E STRANE PAROLE...

FESTE E STRANE PAROLE...
Di Giulia De Nuccio

Il 28 dicembre era il mio 37° genetliaco!

Non vi preoccupate non sono diventata improvvisamente colta, anzi, questa espressione l’ho imparata (forse troppo tardi) da mio fratello minore che in quanto a parole è un campione. Dicembre per me è un periodo intriso di festeggiamenti (onomastico, Natale, compleanno ultimo giorno dell’anno) in genere un periodo felice dove mi sento davvero in pace.
Il mio gentliaco è senza dubbio il giorno che preferisco perché è uno dei pochi momenti in cui mi sento davvero la protagonista assoluta di un pezzetto di vita. E’come il passaggio attraverso l’armadio di Narnia, una piccola svolta verso un mondo fino ad ora sconosciuto, ma che ho davvero voglia di scoprire. Tuttavia il nuovo universo non sarà privo di insidie e maldicenze e sono sicura che verranno superate con grande coraggio non solo da parte mia, ma anche da parte della persona speciale che ho la fortuna di avere accanto.

A pochi giorni dal solstizio d’inverno il mio compleanno quest’anno è stato mite, sia nei festeggiamenti che nella temperatura, c’erano degli straordinari diciotto gradi e le stelle in cielo padroneggiavano la notte illuminandola dolcemente.
Non ho sentito quel calore che avrei voluto forse perché sono solo una inguaribile romantica, ma ovviamente non mi arrendo e quindi uno dei propositi del nuovo anno è fare una bella festa e gozzovigliare allegramente almeno il giorno più bello per me, quello in cui sono nata!

Che dire ancora? Buon genetliaco a tutti e non dimenticate di festeggiare!
Un saluto “compleannoso” a tutti!

La vostra blogger,

Giulia